Rassegna Stampa

03 marzo 2022

Una ricerca collega i rifiuti plastici in mare alla diffusione di specie invasive

Fonte: pesceinrete.com

La ricerca, pubblicata sul Marine Pollution Bulletin, ha individuato diverse specie agganciate ai rifiuti di plastica presenti sia nei campioni di acqua che sui fondali marini e sulle spiagge della costa catalana

I ricercatori dell’Institut de Ciències del Mar (ICM-CSIC) e dell’Universitat de Barcelona (UB) hanno stabilito un legame tra la presenza di plastica nel mare e le specie invasive. L’indagine congiunta ha concluso che la presenza di plastica in mare potrebbe contribuire all’introduzione e al trasporto di queste specie alloctone, aderendo a queste particelle di origine antropica.

La ricerca, pubblicata sul Marine Pollution Bulletin, ha individuato diverse specie agganciate ai rifiuti di plastica presenti sia nei campioni di acqua che sui fondali marini e sulle spiagge della costa catalana. L’ICM-CSIC evidenzia in particolare i briozoi – un gruppo di invertebrati acquatici generalmente di piccole dimensioni – come il gruppo più diversificato, con un totale di 15 specie identificate, di cui una non autoctona, sebbene fosse stata precedentemente rilevata in altri settori mediterranei: Arbopercula tenella.