Rassegna Stampa

17 luglio 2023

Svizzera: rilevata BSE atipica in una vacca nel Cantone di San Gallo

Fonte: Ruminantia

Nel Cantone di San Gallo le autorità veterinarie svizzere hanno scoperto in una bovina la forma atipica dell’encefalopatia spongiforme bovina (BSE), detta anche morbo della mucca pazza. Il corpo dell’animale è stato incenerito e quindi non rappresenta un pericolo per altri animali o per gli esseri umani.
La scoperta si è verificata nell’ambito della sorveglianza di routine della BSE: il laboratorio di analisi ha individuato la forma atipica della malattia in una vacca di tredici anni del Cantone di San Gallo sottoposta a eutanasia per l’età avanzata. La carcassa è stata smaltita correttamente e incenerita, impedendo in questo modo che la carne entrasse nella catena alimentare. Non vi è quindi nessun pericolo per gli esseri umani e gli animali.

A differenza della BSE classica, la forma atipica può verificarsi spontaneamente e senza relazione con farine animali negli alimenti per animali. In Svizzera la somministrazione di farine animali ai ruminanti è vietata dal 1° dicembre 1990.