Rassegna Stampa

08 novembre 2021

Studio Usa sul Covid: l’uomo ha contagiato l’80 per cento dei cervi testati in Iowa, ora c’è il rischio mutazioni del virus

Fonte: lastampa.it

Fino all’80 per cento dei cervi dalla coda bianca testati da un gruppo di ricercatori americani ha contratto il Covid-19. Lo riferisce il New York Times, citando uno studio condotto tra dicembre 2020 e gennaio 2021 in diverse zone dell’Iowa da scienziati della Penn State University.

Secondo la ricerca, gli animali selvatici hanno probabilmente contratto dagli esseri umani il virus, che si sarebbe poi diffuso rapidamente nel branco. Stando allo studio, non ci sono prove che i cervi dalla coda bianca – i più diffusi negli Usa – abbiano finora infettato a loro volta esseri umani, ma i risultati appaiono comunque preoccupanti alla luce del rischio rischio che, una volta adattato all’organismo di un nuovo animale, il virus possa mutare, dando origine a delle varianti.