Rassegna Stampa

22 marzo 2021

Spreco alimentare: il 17% del cibo prodotto viene buttato. Il rapporto dell’Onu fotografa la situazione

Fonte: ilfattoalimentare.it

Ogni anno nel mondo vanno sprecate 931 milioni di tonnellate di cibo, pari al 17% di tutto quello prodotto. Questo il dato che sintetizza i molti numeri contenuti nel rapporto appena pubblicato dalle Nazioni Unite sullo spreco alimentare domestico, su quello di mense e ristoranti, e quello dei rivenditori, e che tiene conto anche delle parti non edibili quali le bucce, le conchiglie dei molluschi e così via. In altri termini, la quantità di cibo prodotta e non utilizzata potrebbe essere contenuta in 23 milioni di camion da 40 tonnellate che fanno il giro completo della Terra sette volte.

I dati sono relativi a 152 parametri raccolti in 54 Paesi, e prendono in considerazione gli studi specifici condotti sempre più spesso negli ultimi anni quasi ovunque, la cui qualità è, tuttavia, molto eterogenea. In generale, emerge come la quantità maggiore di spreco sia quella che deriva dalle abitazioni private, dalle quali viene buttato circa l’11% di tutto il cibo acquistato, mentre mense e rivenditori ne sprecano rispettivamente il 5 e il 2%. Il rapporto traduce anche i dati in chilogrammi per abitante, e in quel caso la quantità è pari, in media, a 121 chilogrammi all’anno, 74 dei quali arrivano dalle case.