Rassegna Stampa

09 giugno 2023

Scoperti altri due batteri per distruggere i PFAS in modo naturale

Fonte: rinnovabili.it

Dall’Università della California, scoperto un metodo che usa i batteri per distruggere i PFAS senza inquinare l’ambiente

Proseguono gli studi che utilizzano batteri per distruggere i PFAS, un campo di ricerca sempre più promettente. Stavolta è toccato all’Università della California – Riverside fare una scoperta interessante. Gli studiosi hanno identificato due specie di batteri capaci di distruggere un sottogruppo di PFAS caratterizzati da uno o più atomi di cloro all’interno della loro struttura chimica.

Normalmente sono i legami carbonio-fluoro a determinare la lunga permanenza di queste sostanze tossiche nell’ambiente. Ma la scoperta è speciale perché andando a “colpire” i legami carbonio-cloro, gli scienziati hanno scoperto che stavano indebolendo indirettamente proprio i legami fluoro-carbonio. Questo perché l’azione dei batteri avviava una reazione a catena che portava alla distruzione della struttura chimica della sostanza, rendendola innocua.