Rassegna Stampa

13 settembre 2021

Sardegna, blue tongue colpisce duro con 19mila ovini infetti

Fonte: Agronotizie

La malattia provocata dal virus BTV dilaga soprattutto tra gli allevamenti delle province di Nuoro e Oristano. E l’assessora all’Agricoltura Murgia incontra le organizzazioni agricole, preoccupate per i ritardi nelle vaccinazioni. E promette indennizzi

In Sardegna non c’è tregua per gli allevatori ovini, ormai letteralmente assediati dalla blue tongue, la Febbre catarrale dei piccoli ruminanti trasmessa dal virus BTV. Le vaccinazioni tardano ad arrivare e l’Assessorato Agricoltura interverrà per indennizzare gli allevatori danneggiati: presto una delibera di Giunta metterà loro a disposizione una parte dei 2,5 milioni appostati sul bilancio regionale per le calamità naturali in agricoltura e le epizozie.

E nella mattinata di venerdì 10 settembre l’assessora dell’Agricoltura della Regione Sardegna, Gabriella Murgia, ha incontrato le associazioni di categoria per definire gli interventi urgenti in grado di far fronte alla nuova ondata dell’epizoozia di blue tongue.

Numerosi i focolai – concentrati soprattutto nel nuorese e nell’oristanese e in una nota della Regione Sardegna sono quantificati in 18.970 gli ovini infettati e 1.394 i capi morti alla data del 10 settembre scorso. Rispetto ai dati del 31 agosto l’incremento dei capi infetti è del 214%.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi