Rassegna Stampa

18 settembre 2020

Rischio di pandemia di influenza suina

Fonte: veterinariaalimenti.marche.it/

’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO), l’Organizzazione Mondiale della Sanità Animale (OIE) e l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) hanno redatto una dichiarazione congiunta sul rischio di pandemia di influenza suina in seguito ai dati, riportati in un recente rapporto, sulla circolazione di virus influenzali del sottotipo A (H1N1) nella popolazione suina in Cina, con prove di potenziale zoonotico.

Keith Sumption, Chief Veterinary Officer della FAO afferma che “sebbene ci siano dati limitati per valutare le infezioni umane e la circolazione di questi virus nei suini, la consapevolezza e la vigilanza sono fortemente consigliate. I virus analizzati nel recente rapporto dalla Cina mostrano infatti caratteristiche associate a una maggiore capacità di trasmissione zoonotica in quanto presentano alcuni marcatori genetici che suggeriscono la possibile infezione umana; possono replicarsi nelle cellule delle vie aeree umane e possono essere diffusi tramite goccioline respiratorie (droplet) tra i furetti “.