Rassegna Stampa

24 gennaio 2022

Progetto LEO. Sul nuovo portale aperto il forziere per fruire della immensa mole di dati sulla zootecnia italiana

Fonte: agricultura.it

Da gennaio 2022 la zootecnia italiana è ancora più trasparente, a vantaggio degli stessi allevatori, degli studiosi, dei ricercatori, degli operatori del settore e, in prospettiva, anche delle Istituzioni, del mondo della comunicazione e dei cittadini.

E’ infatti aperto, sul nuovo portale www.leo-italy.eu , quello che si potrebbe definire il “forziere” del nostro allevamento, grazie ad un importante step del Progetto LEO (Livestock Environment Opendata), giunto nel 2022 al suo penultimo anno di attuazione e che ora mette a disposizione una prima parte della mole impressionante di dati prodotti, circa 2 miliardi, in modalità open, per cui può dirsi pienamente raggiunto l’obiettivo iniziale di acquisire nuovi dati e riunire in un’unica banca dati digitale tutte le informazioni relative al comparto zootecnico.

L’allevamento nazionale, con la sua specificità e distintività costituisce un unicum ed è alla base di produzioni dell’agroalimentare Made in Italy fatto di eccellenze e tesori che in molti casi possono essere solo imitati, ma che costituiscono il “marchio di fabbrica” del saper fare degli allevatori italiani.