Rassegna Stampa

21 marzo 2021

No alla carne sintetica: allevatori e agricoltori contro un dibattito ‘inquinato’. La lettera aperta di European Livestock Voice

Fonte: mangimiealimenti.it

La fine dell’allevamento e del consumo di carne non è la soluzione per fermare il cambiamento climatico. A ribadirlo è European Livestock Voice, il collettivo di associazioni rappresentanti settori che spaziano dalla salute degli animali ai mangimi, la selezione, l’allevamento e gli agricoltori. L’obiettivo è ristabilire un dibattito equilibrato riguardo l’allevamento e sull’alternativa carne sintetica.

“Con l’avvicinarsi del Vertice sui sistemi alimentari delle Nazioni Unite, notiamo una spinta verso la carne sintetica prodotta in laboratorio da diversi opinion leader al di fuori della comunità agricola. Percepita come una vera soluzione alle nostre sfide ambientali, la produzione di carne sintetica è fortemente promossa dai magnati della tecnologia, tra gli altri, che hanno fatto forti dichiarazioni a favore della carne sintetica e stanno investendo attivamente nel settore. Questa visione della produzione di carne tramite tecnologie all’avanguardia che sta guadagnando terreno negli ultimi anni è, paradossalmente, è spiegata male al grande pubblico”. E’ quanto si legge nella lettera aperta che European Livestock Voice ha scritto per illustrare il punto di vista del settore zootecnico europeo.