Rassegna Stampa

22 marzo 2022

Nel decreto Ucraina sostegno da 195 milioni all’agricoltura

Fonte: ilsole24ore.com

Rinegoziazione del debito, implementazione del Fondo per lo sviluppo delle imprese agricole e cessione del credito d’imposta per il caro carburanti, uso digestato

Vale 195 milioni di euro il pacchetto anti-crisi per l’agricoltura approvato dal Consiglio dei ministri con il Dl Ucraina. Rinegoziazione del debito, implementazione del Fondo per lo sviluppo delle imprese agricole e cessione del credito d’imposta per il caro carburanti, sono i tre asset attraverso cui si delinea la politica di sostegno al comparto. Per sopperire alla stretta sui fertilizzanti scaturita dalla guerra, il Governo ha inoltre aperto all’uso del digestato come fertilizzante per i terreni.

Il Dl approvato per contrastare gli effetti economici ed umanitari legati alla guerra russo-ucraina dovrà ora affrontare il tradizionale iter parlamentare.Ma esaminiamo nell’ordine le misure previste per il settore agroalimentare. Lo spinosissimo tema della crisi di liquidità aggravata dall’eccezionale incremento dei costi dell’energia e delle materie prime, ha spinto il Governo ad allargare anche alle imprese agricole, della pesca e dell’acquacoltura lo strumento della rinegoziazione e della ristrutturazione dei mutui (operazione quantificata in venti milioni di euro). Sarà inoltre consentito allungare fino a 25 anni il periodo residuo di rimborso.