Rassegna Stampa

27 luglio 2022

Mangeremo il Grillo parlante di Pinocchio?

Fonte: Accademia dei Georgofili

Ai sensi del regolamento UE sui Novel Food, il 10 febbraio scorso la Commissione europea ha autorizzato anche la commercializzazione del Grillo domestico, Acheta domesticus (Linnaeus, 1758), e il suo utilizzo per l’alimentazione umana.
Il Grillide era ritenuto in passato una sorta di nume tutelare della casa e la sua presenza era di buon auspicio in quanto incarnazione delle anime dei defunti; è stato oggetto di leggende e credenze popolari; inoltre ha ispirato importanti scrittori, come Dickens, ed è noto soprattutto grazie al Lorenzini, meglio conosciuto come Carlo Collodi che, nel libro Le avventure di Pinocchio. Storia di un burattino, gli fa impersonare la voce della coscienza che tenta di guidare Pinocchio il quale, stufo dei suoi rimproveri, gli lancia un martello schiacciandolo.
Originario dell’Africa settentrionale e dell’Asia occidentale si è diffuso in Europa ed è segnalato in America, Australia e in varie altre parti del mondo, dove è uno degli insetti antropofili più comuni negli edifici dove è spesso sostituito da specie del genere Gryllomorpha Fieber, 1853)