Rassegna Stampa

19 aprile 2022

Mais contrazione del 5%. Preoccupazione Assosementi: coltura strategica, mancano materie prime. In crescita superfici soia (+10%)

Fonte: agricultura.it

Nel 2022 è previsto un aumento delle superfici seminate a soia in Italia del 10% rispetto al 2021, anno in cui secondo l’Istat sono stati interessati 285 mila ettari, mentre per il mais è attesa una contrazione del 5%, rispetto ai complessivi 960 mila ettari dell’anno precedente.
È la previsione che emerge da un’indagine di Assosementi, l’associazione che riunisce le aziende sementiere italiane, condotta su due delle principali colture industriali del nostro paese.

“Registriamo con piacere la previsione di crescita della soia, il cui incremento delle superfici dovrebbe toccare un +10% rispetto al 2021, ha dichiarato Paolo Marchesini, Presidente della Sezione colture industriali di Assosementi. Purtroppo, non possiamo dire lo stesso per il mais, una delle colture italiane più strategiche, fondamentale per l’alimentazione animale e per le produzioni agroalimentari di eccellenza. Da anni l’area di coltivazione del mais mostra una preoccupante contrazione, con conseguente aumento delle importazioni per rispondere all’interno fabbisogno”.