Rassegna Stampa

31 agosto 2022

La Francia cambia idea: sospeso il divieto di usare i nomi legati alla carne per i sostituti vegetali

Fonte: ilfattoalimentare.it

Il 27 luglio 2022 il Consiglio di Stato francese ha annullato il decreto pubblicato un mese prima dal governo che vietava l’utilizzo delle denominazioni dei prodotti a base di carne per etichettare gli alimenti ‘equivalenti’ composti solo da vegetali (unica eccezione prevista la parola burger). La normativa vietava esplicitamente di utilizzare “la terminologia specifica dei settori tradizionalmente associati alla carne e al pesce per designare prodotti che non appartengono al regno animale e che, essenzialmente, non sono paragonabili”. Grazie al nuovo provvedimento nomi come bistecca, salsiccia o pancetta potranno essere associati a ricette a base di verdure.

I magistrati hanno ritenuto che, in assenza di una chiara definizione dei termini che sarebbero vietati, il decreto avrebbe difficoltà ad essere adottato. La Francia si allinea così alla posizione del Parlamento europeo che, nell’ottobre 2020 ha respinto a larga maggioranza un testo “volto a vietare l’uso di termini di origine animale per i prodotti vegetali – fatta eccezione per le denominazioni ‘yogurt’, ‘crema‘ o ‘formaggio’ applicato a prodotti senza latte animale”.