Rassegna Stampa

21 gennaio 2021

La balenottera di Sorrento avrebbe una lesione alla spina dorsale

Fonte: Ansa

Sono in corso nel porto di Napoli i primi sezionamenti sulla carcassa della balenottera trovata morta giovedì scorso nelle acque del porto di Sorrento. Gli esami forniranno ulteriori chiarimenti sul decesso. La carcassa  presenterebbe una lesione alla spina dorsale. Questo a quanto si apprende in merito ai primissimi risultati che stanno emergendo in queste ore. È ancora tuttavia molto presto per determinare se sia stata questa o meno la causa del decesso dell’animale. Una prima ipotesi, era che il mammifero, una femmina, fosse deceduto a causa di un virus, il cosiddetto morbillo delle balene, endemico nel Mediterraneo dalla fine degli Anni ’80. L’esame macroscopico, cominciato questa mattina presto, teoricamente dovrebbe durare intorno alle 12 ore.. La lunghezza del mammifero, una balenottera comune, è di 19.70 metri una misura che, in attesa di un’ultima conferma, la renderebbe la balenottera più grande mai registrata in tutto il Mediterraneo. Dalle prime indiscrezioni, emerge che la balenottera, una femmina, non avrebbe avuto recenti gravidanze.