Rassegna Stampa

06 dicembre 2018

Salute animale

IZS Ler fa chiarezza su mortalità storni nord Italia

Fonte:

Nelle ultime due settimane sono stati conferite numerose carcasse di storni ritrovati morti nei giardini e in strada in diverse aree della Provincia di Brescia (dal Lago di Garda al Lago di Iseo), oltre che in provincia di Bergamo, Mantova e Sondrio, in corrispondenza degli alberi identificati come “dormitori” dagli uccelli.

I campioni inviati presso i laboratori dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia ed Emilia Romagna sono stati esaminati al fine di stabilire le cause di tale mortalità. Sono stati eseguiti esami anatomo-patologici, parassitologici, batteriologici e virologici. E’ stato osservato un quadro anatomopatologico comune caratterizzato da lesioni necrotiche epatiche e splenomegalia tipiche delle forme setticemiche. Dagli stessi soggetti è stato isolato il microrganismo responsabile della mortalità che successivamente è stato identificato come Salmonella enterica sub. enterica sierotipo hessarek