Rassegna Stampa

16 novembre 2021

Influenza aviaria, scatta l’allarme in Europa e Asia: dalla Francia al Giappone cosa sta succedendo

Fonte: ilmessaggero.it

Torna l’allarme influenza aviaria in Europa e in Asia a causa di alcuni focolai che sono stati registrati nelle ultime settimane. Un allarme che non risparmia l’Italia dove pochi giorni fa, a Ostia, è stata disposta un’area di protezione con raggio di tre chilometri e una di sorveglianza per dieci chilometri nella zona di un allevamento avicolo. Ma altri casi sono stati segnalati in Francia e in Norvegia, in Giappone e in Corea del Sud.

Un dettagliato punto della situazione è stato fatto dalla Cnn e dalla Reuters. I casi riportati sono stati segnalati all’Organizzazione mondiale della sanità animale (Oie) e indicano, secondo la Cnn, «che il virus si sta di nuovo diffondendo rapidamente». La Cina «ha segnalato finora 21 infezioni umane con il sottotipo H5n6 dell’influenza aviaria quest’anno». In Corea del Sud è stato scoperto «un focolaio in un allevamento di circa 770.000 polli a Chungcheongbuk-do. Tutti gli animali sono stati macellati». In Giappone un focolaio è stato registrato «in un allevamento di pollame nel nord-est del Paese».