Rassegna Stampa

23 novembre 2021

Influenza aviaria, la mappa dei focolai: sono 67 in Italia, di cui 63 veronesi

Fonte: veronasera.it

L’Istituto zooprofilattico sperimentale delle Venezie ha aggiornato al 21 novembre la mappa dei focolai di influenza aviaria in Italia. Il virus, che non si trasmette dagli animali all’uomo, circola tra i volatili selvatici e tra gli allevamenti di pollame. E sono due i sottotipi finora manifestati: il sottotipo H5 e l’H5N1. Tre, finora, i selvatici trovati morti per aviaria: un germano reale e un fischione rinvenuti nel Bresciano e un gabbiano trovato in provincia di Verona. Negli allevamenti, invece, i focolai sono diventati 67, quasi tutti localizzati nel Veronese. Oltre i confini della provincia scaligera, ci sono infatti solo 4 focolai: due nel Padovano, uno nel Bresciano e uno a Roma. Gli altri sono tutti veronesi, con contagi sia con il virus H5 che con l’H5N1. Gli allevamenti più colpiti sono stati quelli dei tacchini, ma ci sono focolai anche in allevamenti di polli, galline ovaiole e quaglie.