Rassegna Stampa

26 maggio 2021

Influenza aviaria in Russia, infettivologi Simit monitorano casi

Fonte: Askanews

La Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali monitora le evoluzioni dei virus influenzali di origine aviaria che si stanno propagando in Russia. Nessun allarme, ma un attento controllo visti i rischi epidemici che comportano, precisano gli esperti. Dall’autunno 2020 in Russia sono stati registrati diversi focolai di influenza aviaria. Il 21 febbraio, la Russia ha annunciato di aver individuato il primo caso di trasmissione all’uomo del ceppo H5N8 altamente patogeno dell’influenza aviaria.