Rassegna Stampa

02 maggio 2023

Il Tar salva l’orsa Jj4: deve essere trasferita, non uccisa

Fonte: Agi

Accolto il ricorso delle associazioni: sospesa anche la seconda ordinanza di abbattimento e incoraggiato lo spostamento in una struttura all’estero

In un Paese ad altissima vocazione calcistica qual è l’Italia, se quella tra gli animalisti e il governatore trentino Maurizio Fugatti fosse una partita di calcio le associazioni a difesa degli orsi con oggi avrebbero nettamente vinto per 3 a 0. Tre, comunque, sono le ‘sconfitte’ che il presidente della Provincia Autonoma deve incassare dinanzi alla sezione unica del Tribunale amministrativo regionale di Trento.

Le due ordinanze che prevedono l’abbattimento dell’orsa ‘Jj4’, ritenuta responsabile a seguito di accertamenti genetici dell’aggressione ad Andrea Papi, il runner di 26 anni ferito mortalmente dal plantigrado nel pomeriggio del 5 aprile nei boschi di Caldes in Val di Sole, sono state sospese dal Tar.

La prima sospensione risale al 14 aprile quando il Tar aveva accolto il ricorso della Lega Anti Vivisezione (Lav Italia) dopo che l’8 aprile Fugatti aveva firmato l’ordinanza di cattura ed abbattimento di ‘Jj4’.