Rassegna Stampa

18 giugno 2019

Il consumo di carni rosse, peggio se processate, si associa ad un aumentato rischio di mortalità. Lo studio di Harvard

Fonte: quotidianosanita.it

Il rischio di morte aumenta del 10% in chi consuma carni rosse e fino al 13% nei consumatori di carni processate, come wurstel, salsicce, bacon, affettati. Lo rivela uno studio osservazionale con un lungo follow up condotto dai ricercatori della Harvard T.H. Chan School of Public Health su oltre 53 mila donne e quasi 28 mila uomini. Gli autori suggeriscono di sostituire le carni rosse, come fonte di proteine, con alternative più salutari, quali pesce, uova, latticini, cereali integrali e vegetali. Trattandosi di uno studio osservazionale non è possibile parlare di rapporto di causalità, ma questo studio conferma quanto già rilevato da altre ricerche.