Rassegna Stampa

24 novembre 2021

I dirigenti sanitari di Ministero della Salute e Aifa entrano in stato di agitazione: “Per noi solo doveri e discriminazioni”

Fonte: quotidianosanita.it

La mancata previsione nel disegno di legge di bilancio del riconoscimento dell’indennità di esclusività per i Dirigenti sanitari del Ministero della salute e dell’Aifa ha creato profonda ed inevitabile delusione e la mobilitazione della categoria.

Molti non lo sanno, ma i Dirigenti sanitari del Ministero della salute e dell’Aifa sono gli unici tra i circa 125.000 dirigenti sanitari del servizio pubblico a non avere l’indennità di esclusività di rapporto. Un’indennità contenuta nelle previsioni della legge 3/2018 che aveva equiparato questi Dirigenti ai diritti e ai doveri dei colleghi del SSN.Con un colpo di mano nella successiva legge di bilancio l’indennità di esclusività veniva cancellata confermando solo i doveri.