Rassegna Stampa

21 febbraio 2022

Guerra in Ucraina e alimentare: a rischio forniture di mais, frumento e olio di semi

Fonte: ilsole24ore.com

L’Italia è decima tra gli acquirenti per un valore di 496 milioni e il secondo fornitore di prodotti con una quota del 7% pari a 415 milioni.

I venti di guerra sull’Ucraina rischiano di ripercuotersi negativamente anche sull’agroalimentare italiano. E non solo indirettamente, a causa dell’aumento dei costi dell’energia,ama che in termini di scambi commerciali.

Ismea, l’ istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare, sulla base di proprie elaborazioni su dati Comtrade, rileva che le esportazioni agroalimentari dell’Ucraina verso la Ue-27 sono state pari a 5,4 miliardi di euro nel 2020, «facendo del mercato comunitario, con una quota del 28%, una delle principali destinazioni delle derrate provenienti da Kiev».