Rassegna Stampa

30 maggio 2019

Elezioni Europee: commissione pesca del Parlamento (quasi) tutta da rifare

Fonte: pesceinrete.com

Solo 10 dei 27 eurodeputati che nella precedente legislatura erano assegnati alla commissione PECH (pesca) del Parlamento europeo hanno riconquistato un seggio dopo le elezioni europee del 23-26 maggio. E dei dieci riconfermati, i quattro britannici (David Coburn, Richard Corbett, Diane Dodds, Nathan Gill) sono di fatto stati eletti “a tempo” in attesa che si realizzi la Brexit, al momento calendarizzata per il 31 ottobre.

I lavori riprenderanno già a luglio, ripartendo proprio dalla ricerca di un nuovo presidente. Non siederà, infatti, a Strasburgo quello uscente, il bretone Alain Cadec, da dieci anni nella commissione. Tredicesimo nella lista del partito repubblicano, il bretone ha pagato lo scarso risultato della destra gollista in Francia.

Volti nuovi anche tra i quattro vicepresidenti di commissione. È caduto sorprendentemente il polacco Jarosław Wałęsa, figlio del più noto Lech, Nobel per la pace ed ex leader del partito Solidarność. Neanche l’altro vicepresidente candidato, il tedesco Werner Kuhn, è tra i 23 deputati eletti dalla CDU comunicati dall’ufficio elettorale tedesco.