Rassegna Stampa

29 dicembre 2021

E. coli è il più rilevante patogeno antibiotico-resistente nelle pecore e capre dell’UE

Fonte: Ruminantia

L’EFSA ha pubblicato un nuovo parere in cui sono stati valutati i batteri resistenti agli antimicrobici responsabili di malattie trasmissibili che costituiscono una minaccia per la salute di pecore e capre. E. coli è risultato essere il batterio resistente agli antimicrobici più rilevante negli ovicaprini nell’UE.
L’EFSA ha ricevuto un mandato dalla Commissione europea per indagare sulla situazione globale dei patogeni antibiotico-resistenti che causano malattie animali trasmissibili, per identificare i batteri più rilevanti nell’UE, analizzarne l’impatto esistente o potenziale sulla salute degli animali, e per effettuare una valutazione di quei batteri da elencare e classificare secondo i criteri di cui all’articolo 5, appendice D ai sensi degli articoli 8 e 9 del regolamento (UE) 2016/429 sulle malattie animali trasmissibili (“Legge sulla sanità animale”).

Nel parere “Assessment of animal diseases caused by bacteria resistant to antimicrobials: sheep and goats“ sono stati valutati i batteri resistenti agli antimicrobici responsabili di malattie trasmissibili che costituiscono una minaccia per la salute degli ovini e dei caprini. La valutazione è stata eseguita seguendo una metodologia basata sulle informazioni raccolte da un’ampia revisione della letteratura e dal giudizio di esperti. I dettagli della metodologia utilizzata per tale valutazione sono illustrati in un parere separato.