Rassegna Stampa

15 maggio 2020

Dl Rilancio, Federalimentare: “Nel decreto importante sostegno alle imprese. Bene il rinvio di sugar e plastic tax per le aziende alimentari”

Fonte: Federalimentare

“Rinvio di sugar e plastic tax, taglio dell”Irap e compensazioni in F24 con limite più elevato: queste le misure su cui Federalimentare ha puntato molto, dialogando da tempo con le istituzioni, e che oggi siamo felici di leggere nel decreto approvato” così Ivano Vacondio, presidente di Federalimentare, commenta la manovra da 55 miliardi di euro che ha avuto il via libera nelle scorse ore.

“In primis la nostra soddisfazione va al rinvio dell”applicazione di plastic e sugar tax, due norme che avrebbero pesantemente gravato sulle spalle dell”industria alimentare in un momento di emergenza come questo e di cui, comunque, auspichiamo in sede di conversione l”abolizione e non la sospensione, cosa sulla quale ci batteremo”.

Secondo Federalimentare, infatti, le due tasse causerebbero solo danni ai consumatori e alle aziende, con ripercussioni molto pesanti in termini di calo dei consumi, riduzione del gettito fiscale e, in termini sociali, sull’occupazione.

“Per quanto riguarda la situazione delle imprese in generale, poi, la soddisfazione è per il taglio dell”Irap, grazie al quale le imprese non dovranno pagare i versamenti del saldo 2019 e dell”acconto 2020, e per l”innalzamento del limite previsto per l”ammontare complessivo delle compensazioni annuali, soprattutto dei crediti iva, che passa da 700.000 ad 1 milione di euro all”anno” spiega Vacondio.

“Da quando l”emergenza è iniziata, l”industria alimentare è sempre rimasta attiva e al lavoro ma questo non significa che non abbia accusato il colpo provocato dalla chiusura di buona parte del Paese con riduzioni di fatturato anche del 30%. Per questo, le misure approvate sono una boccata d”ossigeno e un passo necessario per metterci nelle condizioni di andare avanti” ha concluso Vacondio.