Rassegna Stampa

25 aprile 2023

Dal Parlamento europeo una spinta per escludere gli allevamenti bovini dall’obbligo di riduzione delle emissioni

Fonte: ilsole24ore.com

Dal Parlamento europeo una spinta per escludere gli allevamenti bovini dall’obbligo di riduzione delle emissioni

Escludere i bovini dagli obblighi delle norme sulle emissioni industriali, confermando lo status quo. Lo chiedono gli eurodeputati della commissione Agricoltura nel loro parere sulla riforma della direttiva emissioni industriali. Il parere, che confluirà nel rapporto principale dell’Europarlamento affidato al Popolare bulgaro Radan Kanev della commissione Ambiente, è stato approvato con 36 voti a favore, 8 contrari e 2 astenuti. Il testo prevede un sostanziale status quo, con l’inclusione dei soli grandi allevamenti di pollame e suini. La Commissione europea ha proposto di ampliare le attività coperte dagli obblighi di rendicontazione delle emissioni industriali agli allevamenti di bovini da 150 capi in su. I ministri dell’Ambiente hanno alzato l’asticella a 350 capi, e l’Italia ha votato contro considerando la soglia ancora troppo bassa. Kanev propone 300. Il voto in commissione Ambiente è previsto per il 24 o il 25 maggio.

«Il voto di oggi ribadisce il nostro supporto a difesa del settore agricolo, escludendo gli allevamenti bovini dagli obblighi derivanti dalla Direttiva sulle emissioni industriali, ed eliminando ogni ulteriore onere per gli allevatori di suini e pollame». Così Paolo De Castro, relatore per il Gruppo S&D in commissione Agricoltura del Parlamento europeo, commenta il voto sulla proposta di revisione della Direttiva sulle Emissioni industriali.