Rassegna Stampa

02 agosto 2023

Confermato l’abbattimento dei lupi della Lessinia: il Tar di Trento rigetta i ricorsi delle associazioni

Fonte: kodami.it

Il Tar di Trento ha stabilito che il decreto di abbattimento dei lupi firmato resta valido. I ricorsi delle associazioni sono stati rigettati. Ma l’Oipa continua a chiedere che vengano impiegati metodi non cruenti per la gestione della fauna selvatica.

l Tar di Trento ha stabilito che il decreto di abbattimento dei lupi resta valido. A nulla sono valsi i ricorsi degli animalisti contro l’ordinanza firmata dal presidente della Provincia autonoma Maurizio Fugatti. I ricorsi erano tre, presentati dalle maggiori associazioni di tutela animale: Leal; Enpa, Oipa e Leida; Lndc, Lav e Wwf.

Nel mirino della Provincia ci sono i due lupi che sul versante trentino dei Monti Lessini hanno predato diversi bovini e asini nel pascolo di Malga Boldera. L’ultimo attacco si è verificato il 22 luglio scorso ai danni di tre vitelle.

Il giudice in tutti i decreti ha rilevato che «nella comparazione degli interessi coinvolti deve essere contingentemente assicurata preminente tutela all’attività economica già probatamente colpita con grave danno dalle pregresse incursioni del branco di lupi presente in zona». Secondo il Tar, quindi, essendo quindi stati colpiti gli interessi economici degli allevatori, la loro tutela deve essere assicurata in via prioritaria. Per queste ragioni il decreto di abbattimento non è sospeso, continuerà a restare in vigore.