Rassegna Stampa

13 marzo 2019

Brexit: record a 3,4 mld per l’export alimentare in UK

Fonte: efanews.eu

Produce solo 1/3 del cibo che consuma: è corsa alle scorte. Bocciata la proposta di accordo

Record storico di 3,4 miliardi di euro per le esportazioni agroalimentari Made in Italy in Gran Bretagna alla vigilia della Brexit che il mancato accordo rischia di affossare per effetto dei dazi e dei ritardi doganali che scatterebbero con il nuovo status di Paese Terzo rispetto all’Unione Europea. E’ quanto emerge da una analisi di Coldiretti sulla base dei dati Istat relativi al 2018 che evidenziano un incremento del 2% delle esportazioni di cibo e bevande nazionali.

Un concetto rafforzato dal fatto che per la seconda volta l’accordo di uscita dall’Unione europea concordato dal governo britannico guidato dal premier Theresa May è stato bocciato dalla Camera dei comuni, dove i deputati lo hanno respinto con 391 voti contro e 242 a favore. Una netta sconfitta per il governo che ha, però, diminuito lo scarto tra favorevoli e contrarti a 149, contro i 230 della prima votazione. Contro l’accordo si sono schierati i laburisti e gli oltranzisti pro-hard Brexit che vedono nell’intesa raggiunta dalla May praticamente un insulto alla volontà popolare di uscire dall’Ue, soprattutto perché lascerebbe la situazione praticamente allo status quo con la differenza che il Regno Unito non sarebbe rappresentato a Bruxelles e a Strasburgo. Ma la telenovela della Brexit non si concluderà col voto di ieri, perché oggi e domani sono previste due votazioni cruciali: la prima (oggi) servirà per scongiurare un no deal, mentre la seconda sarà per chiedere a Bruxelles di prorogare l’uscita dall’Ue a oltre il 29 marzo.

Condividi: