Rassegna Stampa

22 luglio 2021

Assist dell’Efsa contro il Nutriscore: non esiste una soglia di rischio per gli zuccheri

Fonte: ilsole24ore.com

Il parere dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare rilancia la posizione dell’Italia, che a Bruxelles combatte contro l’adozione delle etichette a semaforo su cibi e bevande

Non è possibile stabilire un limite massimo al consumo di zuccheri che determini con certezza il rischio a lungo termine per la salute. Ad arrivare a queste conclusione è l’Efsa, l’Autorità europea per la sicurezza alimentare, che di fatto lancia un assit all’Italia e alla sua lotta in Europa contro il Nutriscore, l’etichetta a semaforo per la classificazione di cibi e bevande. Ora, sarà più difficile sostenere che un determinato prodotto possa ottenere il semaforo verde per il suo ridotto quantitativo di zuccheri.

Plaude il presidente di Federalimentare, Ivano Vacondio: «Il parere dell’Efsa è un rafforzativo importante dal punto di vista scientifico nella nostra guerra al Nutriscore. L’Efsa conferma quello che l’Italia da sempre sostiene, e cioè che non esistono singoli prodotti che fanno male o fanno bene, ma che è la quantità di un determinato prodotto, abbinata allo stile di vita, a fare la differenza»