Rassegna Stampa

17 luglio 2019

100 anni in Italia: i lipizzani allevati dal Crea, un patrimonio vivente unico al mondo

Fonte: crea.gov.it

Il 17 luglio 2019 ricorre il centenario dall’arrivo dei cavalli lipizzani in Italia, frutto delle complesse trattative di pace svoltesi alla fine della prima guerra mondiale

Il nome della razza proviene dal borgo di Lipizza (Lipica), oggi in Slovenia, dove nel 1580 fu creato un allevamento di cavalli per la corte imperiale nel 1580, mentre la definizione delle sue caratteristiche, così come oggi le conosciamo, risale alla seconda metà del ‘700 con l’Imperatrice Austriaca Maria Teresa e soprattutto suo marito, il principe Francesco di Lorena. I Lipizzani sono cavalli compatti di struttura “barocca”, dal caratteristico mantello grigio-chiaro, di origine soprattutto spagnola, ma con contributi da tutta Europa, inclusa l’Italia. Per il loro portamento elegante, l’enorme resistenza al lavoro, la capacità di apprendimento e la docilità, i Lipizzani presto soppiantarono i cavalli Spagnoli, che avevano dato il loro nome alla celeberrima Scuola Reale di Equitazione Spagnola di Vienna, istituita nel lontanissimo 1572 per gli spettacoli equestri di corte.