Notizie

Stai visualizzando SIVEMP Selezione di notizie FVM Selezione di notizie SIMeVeP
La Commissione Ue riconosce il valore del lavoro a tempo determinato e l’illeggitimità del pr
SIVEMP

La Commissione Ue riconosce il valore del lavoro a tempo determinato e l’illeggitimità del pr

Avevamo visto giusto: non si può “fare strame” del lavoro a tempo determinato né tanto meno del precariato; e in alcun modo ciò potrà ulteriormente essere consentito nel nostro Paese. L’azione legale avviata dal SIVeMP per il pieno riconoscimento a fini retributivi dei periodi di lavoro prestati a tempo determinato ha un fondamento ulteriormente riconosciuto dalla Commissione Europea che, sulla base dei principi, della normativa e della giurisprudenza dell’Unione, censura ora pesantemente anche l’abusivo ed illegittimo impiego reiterato di lavoratori precari, per i quali si profilano migliori possibilità di conseguire una giusta stabilizzazione. [continua a leggere]

Leggi
Grasselli: positiva la riapertura delle trattitive, ma si rispettino alcune condizioni
SIVEMP

Grasselli: positiva la riapertura delle trattitive, ma si rispettino alcune condizioni

"Al Ministro D'Alia riconosciamo che il Governo ha raccolto le motivazioni del nostro sciopero di luglio, prima tra tutte quella di rilanciare un confronto contrattuale fermo da troppi anni" - ha dichiarato il Presidente di FVM, Aldo Grasselli, in merito allo sblocco della trattativa sulla parte normativa del CCNL, contenuto nella legge di stabilità e confermato oggi dal Ministro in un'intervista - "Ma si permette qualche affermazione un po' troppo astuta per le nostre orecchie. Infatti quando dice che il blocco dei contratti del pubblico impiego non si può imputare al Governo Letta-Alfano cerca di dimostrare la sua innocenza ma ammette semplicemente la sua impotenza. Non c'è un governo insediato? Non ha pieni poteri? E allora non cerchi scuse, sulle decisioni pregresse si può intervenire e fare altre strade, invece l'astuto ministro ci vuol far credere che è d'accordo con i sindacati e che la colpa è del governo precedente. Ci pare poco edificante e inconcludente. Riapriremo la contrattazione della parte normativa ma occorre siano rispettate alcune condizioni: chiarire in quale area contrattuale si vogliono collocare dirigenti medici e veterinari, chiarire il principio della salvaguardia dei contratti sottoscritti rispetto all'ingerenza legislativa, altrimenti noi sottoscriviamo accordi e poi il governo li scavalca come sta facendo con le pensioni e la liquidazione.

Leggi
Legge di stabilità: niente tagli alla sanità, ma il giudizio è negativo!
SIVEMP

Legge di stabilità: niente tagli alla sanità, ma il giudizio è negativo!

"Il Governo Letta-Alfano aveva promesso che sarebbe intervenuto in favore del lavoro, agendo sulla pressione fiscale, ma il livello di intervento previsto da questa legge è assolutamente insufficiente a determinare un cambiamento. Si è scelto di rimandare ancora la svolta necessaria. Una manovra su tre anni per ridurre la pressione fiscale dello 0,7 per cento. Scelte vecchie, misure inadeguate, giudizio negativo. A coprire gli ammanchi sono chiamati ancora una volta i soliti noti: i lavoratori del pubblico impiego e i pensionati. Le due fasce sociali che sono in ostaggio del Ministero dell’Economia". L'analisi della legge di stabilità del Presidente FVM, Aldo Grasselli.

Leggi
FVM: la sanità non può essere dissanguata ancora una volta
SIVEMP

FVM: la sanità non può essere dissanguata ancora una volta

A quanto si apprende da fonti governative non ci dovrebbero essere i paventati tagli alla sanità per 3,5 miliardi di euro nella manovra che sarà tra qualche ora all'esame del Consiglio dei ministri. Ma il ministro dell'Economia, Fabrizio Saccomanni, è molto più cauto sulla questione dei tagli: "Siamo in contatto con i presidenti delle Regioni e penso che alla fine si troverà una soluzione equa per tutti", ha detto ai giornalisti. "Diciamo chiaro al Ministro Saccomanni che la sanità non può essere dissanguata ancora una volta" ha dichiarato il Presidente di Federazione Veterinari e Medici Aldo Grasselli.

Leggi
Intimidazioni: veterinario della Asl di Nuoro aggredito
SIVEMP

Intimidazioni: veterinario della Asl di Nuoro aggredito

L'8 ottobre in Sardegna si è verificata ancora una volta un aggressione a un medico veterinario nell'esercizio delle sue funzioni. Il dipendente della ASL di Nuoro è stato aggredito e minacciato con un coltello da un allevatore, durante l'espletamento di controlli ufficiali nell'ambito della lotta alla blue tongue. Il fatto, denunciato ai carabinieri, segna un innalzamento del livello di guardia, proprio per la minaccia con l'uso delle armi ed è stato segnalato al Sottosegretario con delega alla veterinaria, Paolo Fadda, dal Segretario regionale del SIVeMP Sardegna, Angela Vacca. Il Segretario Nazionale, Aldo Grasselli, che recentemente aveva apprezzato la proposta del Ministro Lorenzin di coinvolgere il Ministero dell'Interno a tutela della sicurezza sul lavoro dei professionisti del Ssn, ha espresso la solidarietà del sindacato al collega ed è nuovamente intervenuto presso il Ministero della Salute per chiedere azioni concrete a sostegno dei veterinari di sanità pubblica impegnati a garantire elevati standard di sicurezza alimentare, sanita' e benessere animale.

Leggi