Notizie

15 gennaio 2015

Condividi:

Il SIVeMP in audizione alla Commissione Agricoltura della Camera

Categoria: Dalla Segreteria Nazionale

 
Oltre a considerazioni generali di carattere economico sul rischio sempre più forte di delocalizzazione degli allevamenti in paesi recentemente entrati nell’UE a scapito degli allevatori italiani e della filiera agro-zootecnico-alimentare italiana, il Segretario Nazionale Grasselli ha più approfonditamente discusso della necessità per il servizio veterinario pubblico di disporre di riferimenti professionali veterinari ben definiti all’interno dell’allevamento e della necessità che il veterinario che assicura la sua assistenza nell’allevamento ancorché dipendente dell’impresa committente (soccidante e proprietario degli animali che fornisce assistenza veterinaria e farmaci) operi nella piena autonomia professionale e sia vincolato nelle sue responsabilità diagnostico-terapeutiche con il titolare dell’impresa di allevamento (soccidario che alleva gli animali) ancorché la proprietà degli animali sia dell’impresa committente.
 
In particolare è stata rappresentata la necessità di una precisa tracciabilità dell’impiego di farmaci e vaccini, con particolare riguardo verso l’uso degli antibiotici in ragione del rischio di antibiotico-resistenza più volte sottolineato dalla OIE e dalla OMS.
 
Infine, il Segretario Nazionale Grasselli ha chiesto agli Onorevoli della Commissione Agricoltura di porre molta attenzione sul rischio epizoozie e sulle modalità di intervento economico che la Legge prevede a sostegno degli allevatori e delle imprese committenti, in ragione della attuale normativa inerente le bonifiche sanitarie e il risanamento degli allevamenti  dalle patologie regolate da norme comunitarie e nazionali e da disposizioni del Ministero della salute.
 
Il Relatore, On. Carra, ha quindi chiesto al Segretario Nazionale Grasselli di poter acquisire ulteriori consulenze dai veterinari pubblici per il progressivo perfezionamento della legge in preparazione.