Password dimenticata?


Fai del sito la tua Home Page 

Rassegna stampa

Api

Intervista a Mutinelli: Api e neonicotinoidi, "Bene lo stop ma l’attenzione deve rimanere alta"

Intervista a Franco Mutinelli, responsabile del Centro di referenza nazionale per l’apicoltura, sulle effettive ricadute che il bando dei tre prodotti avrà sugli alveari

E’ di pochi giorni fa la decisione dell’Unione europea di vietare l’utilizzo in pieno campo di tre insetticidi neonicotinoidi, perché pericolosi per le api e per gli insetti impollinatori.

Con questa provvedimento i tre principi attivi imidacloprid, clothianidin e thiamethoxam potranno essere usati solo in serra.
 
L’allarme sulla pericolosità dei neonicotinoidi per la sopravvivenza degli alveari era stato lanciato già a partire dal 2008 da associazioni di apicoltori e movimenti ambientalisti e aveva portato in Italia al bando dell’uso di questi prodotti per la concia delle sementi e all’avvio di due programmi di ricerca e monitoraggio sulla salute delle api da miele finanziati dal Mipaaf: Apenet e Beenet.
 
Ora, per fare un punto sulla situazione e per valutare quale potrà essere l’effettivo effetto del bando di questi prodotti nell’agricoltura di pieno campo, abbiamo intervistato il dottor Franco Mutinelli, responsabile del Centro di referenza nazionale per l’apicoltura, componente del gruppo di coordinamento dei due progetti di monitoraggio nazionali e membro della rete di ricerca internazionale sulla salute delle api Coloss.
 
Continua a leggere

[ Agronotizie - 15.05.2018 ]

stampa questa pagina | torna alla home-page