Password dimenticata?


Fai del sito la tua Home Page 

Notizie

10.01.2018

Il benessere animale nell'Ue, audit della Corte dei Conti europea in 5 Stati

Romania, Polonia, Francia, Italia e Germania

La Corte di Conti europea ha avviato un audit per valutare se le azioni intraprese dalla Commissione UE e dagli stati Membri stanno dando un contributo effiacace riguardo al benessere degli animali al raggiungimento degli obiettivi di benessere degli animali dell'UE.

Verranno effettuate visite di audit in cinque Stati membri: Romania, Polonia, Francia, Italia e Germania. L’audit è diretto da Janusz Wojciechowski, Membro della Corte dei conti europea, e la pubblicazione della relazione è prevista nella parte finale del 2018.
 
L’audit riguarda unicamente gli animali da allevamento, a cui si riferisce la maggior parte della normativa dell’UE in materia. 
 
Si stima che nell’UE vi siano 4,5 miliardi di polli, galline ovaiole e tacchini e circa 330 milioni di mucche, maiali, capre e pecore. L’audit prenderà in esame sia la vita degli animali negli allevamenti, sia il loro trasporto e la macellazione.
 
Per il periodo 2014-2020, i fondi di sviluppo rurale dell’UE hanno assegnato ai “pagamenti per il benessere degli animali” circa 1,5 miliardi di euro. Le misure mirano a promuovere livelli di benessere più alti, che vanno al di là degli obblighi minimi previsti sia a livello nazionale che dell’UE.
 
Due i principali obiettivi strategici che si intendono perseguire tramite questa indagine: raggiungere la conformità con la normativa in materia di benessere degli animali e migliorare il coordinamento con la PAC.
 
Documento di riferimento per l'audit (in inglese)
 
Comunicato della Corte dei Conti Ue (in Italiano)
 
 
 
Categorie associate a questa notizia:Benessere animale | Europa
stampa questa pagina | torna alla home-page